Palermo, lo scirocco alimenta le fiamme sulle Madonie e fa tornare l’incubo incendi

incendio_erice2-535x300Gli incendi stanno circondando il Palermitano, con le temperature infuocate di questi giorni (39-40 gradi) e lo scirocco che soffia prepotentemente diversi focolai si sono accesi nei pressi delle Madonie ed il fumo, trasportato dal vento, si è diffuso nei paesi limitrofi al massiccio montuoso circondando case ed esercizi. Questa mattina, dopo una notte di fuoco, i pompieri hanno continuato a lavorare senza sosta per cercare di arginare gli incendi con tutti i mezzi a disposizione ( già da questa mattina i Canadair stanno volando senza sosta) nel frattempo alcuni comuni delle zone limitrofe alle Madonie hanno provvisto l’evacuazione di tutte le abitazioni e delle scuole.

Ma i disagi non si fermano alle sole abitazioni, l’autostrada A20 che collega Palermo a Messina è stata chiusa all’altezza di Buonformello fino allo svincolo di Castelbuono per lunghi tratti il traffico risulta congestionato ed anche la statale 113, che assicura un alternativa alla viabilità, è stata chiusa per evitare che si creassero incidenti ad alto potenziale di pericolosità. Sono tre i comuni circondati dal fuoco: Lascari, Gratteri e Collesano, se a Lascari il sindaco ha già provvisto all’evacuazione a Gratteri la giunta comunale ha provvisto ad un piano di protezione civile, d’altronde l’unica via di fuga è rappresentata dalla Gratteri-Gibilmanna e la confusione che si creerebbe con una mobilitazione di massa potrebbe rendere ancora più difficile la gestione di questa emergenza. L’assessore comunale Giacomo Ciringione ha chiesto ai cittadini di mantenere la calma e di lasciar lavorare le forze dell’ordine: “l’unica via di fuga è la strada verso Gibilmanna, è emergenza protezione civile. I cittadini devono rimanere a casa e serrare le finestre per evitare il fumo, mentre abbiamo attivato il punto di raccolta della cittadinanza nella palestra di via Santa Croce”. L’assessore ha aggiunto, infine, che è stato attivato un numero per i cittadini che si trovano in situazione di emergenza “0921/429214”.

Ecco alcune immagini degli incendi:

incendimacchiamediterranea

incendi