Cina, vuoi un prestito? Mandami una foto nuda come pegno

cina-ricatto-foto-nuda-535x300-1466061234Una disdicevole forma di ricatto è stata perpetrata in questi anni in Cina, qui delle studentesse bisognose di denaro hanno chiesto dei prestiti online (nella maggior parte dei casi proprio per mantenersi gli studi) nulla di male se non fosse che gli strozzini in cambio degli onerosi prestiti (con alte percentuali d’interessi) chiedevano come garanzia di pagamento dei selfie che raffiguravano le ragazze con un nudo integrale e una copia del documento d’identità.

Questi scambi di denaro venivano effettuati tramite una piattaforma peer to peer ( Jiedaibao) dove gli utenti possono gestire i propri affari monetari privatamente. Le foto venivano utilizzate dai finanziatori come leva di pressione per esigere il rispetto delle rate di pagamento: qualora una di queste ragazze non fosse arrivata in tempo a pagare la rata fissata, questi sciacalli informatici avrebbero non solo mandato la foto e l’informazione del debito alle famiglie ma avrebbero pure pubblicato lo scatto su internet.

Una delle studentesse ricattate ha confessato al ‘Southern Metropolis Daily‘, che il suo prestito originario ammontava a  500 Yuan (l’equivalente di 50 sterline) e che con gli interessi fissati al 30% in un mese era salito a 55,000 Yuan. Un altra ha dichiarato di essere stata così spaventata dalla pubblicazione della foto da aver chiesto ai genitori di pagarle il debito superando l’imbarazzo che le causava il motivo per cui l’aveva contratto (sembra che la ragazza lo avesse chiesto per abortire).

Secondo un gruppo di legali che si sono interessati alla vicenda i fornitori dei prestiti avrebbero, in alcuni casi, venduto in ogni caso le foto a 30 yuan cada uno nonostante i debiti fossero stati pagati. Intanto ieri il sito cinese Jiedaibao ha confermato che gli affari si sono svolti nella loro piattaforma: “Questo tipo di prestiti con nudo attualmente si avvantaggiano delle piattaforme online per effettuare pratiche di usura offline“.

Fabio Scapellato