Pennsylvania, scoperta la casa dell’orrore: 12 bimbe e ragazze segregate in casa

In Pennsylvania è stata scoperta una vera e propria casa dell’orrore, un luogo terribile dove dodici persone, fra bimbe e ragazze di età compresa fra i sei mesi d’età ed i 18 anni, hanno vissuto segregate. Il loro carceriere si chiama Lee Kaplan, 51 anni. La maggiorenne è già madre di due bambine, ed era stata ceduta a Kaplan dai genitori stessi della ragazza, che sono degli Amish.

policeLa cessione della ragazzina avrebbe dovuto essere un gesto di ringraziamento nei confronti di Lee Kaplan, che li aveva aiutati economicamente.
Le giovani ragazze che si trovavano segregate in casa devono ancora essere individuate dalla polizia. La coppia Amish ha sostenuto che anche le altre ragazzine sono loro figlie, ma bisogna svolgere degli accertamenti.

Per ora Daniel Stoltzfus, padre della maggiorenne, è accusato di violenza sessuale, associazione a delinquere, e la donna di associazione a delinquere e di aver messo in pericolo il benessere dei figli, come il marito.
I vicini di casa di Kaplan sono letteralmente sconvolti: “Io non ci posso credere” ha sostenuto uno di loro. “Pensavo fossero veramente le sue figlie”. Le ragazze non andavano a scuola, quasi mai uscivano di casa. Adesso i tre sono in custodia cautelare, con cauzione fissata ad un milione di dollari. Kaplan è accusato di violenza sessuale.

Mariagrazia Roversi