Tragedia negli USA: bimbo trova pistola in casa e si uccide

armiUn’altra tragedia negli USA provocata dalle “armi facili”. Un bimbo di 4 anni ha trovato una pistola in casa e si è accidentalmente sparato. Il proiettile non ha lasciato scampo al piccolo, che è morto sul colpo.

Sconvolta la comunità di Elgin, un piccolo villaggio di 700 anime nello Iowa, precisamente nella contea di Fayette.

Una fatalità, ma chiaramente provocata dalla disattenzione dei genitori e dalla concessione fin troppo “elastica” delle armi da fuoco negli Stati Uniti: una piaga che il presidente USA Barack Obama sta cercando da tempo di combattere, senza ottenere però esiti particolarmente positivi.

La mamma del piccolo si trovava in giardino. Udito lo sparo, si è precipitata e ha rinvenuto il figlioletto immerso in una pozza di sangue. Immediata la telefonata al 911 e l’intervento della polizia: sul posto, oltre alla piccola vittima, erano presenti anche due bambini e due adulti. Stando alle prime ricostruzioni, il piccolo si sarebbe sparato accidentalmente in casa. Al momento, però, non sono disponibili altri dettagli: l’accaduto è stato riferito dallo sceriffo locale, e riportato dal quotidiano Des Moines Register.

Il bimbo di Elgin è solo l’ultimo delle giovani vittime delle armi facili in America. Un elenco drammatico e lunghissimo, come spesso sottolineato da Obama: “Non ci sono più scuse per non agire. Dobbiamo rendere più difficile mettere le mani sulle armi d’assalto per chi vuole uccidere americani“, aveva detto l’inquilino uscente della Casa Bianca al Congresso USA.