Lecce, imprenditore suicida, lascia post d’addio su Facebook

Tragico suicidio a Veglie, in provincia di Lecce, dove un imprenditore molto noto in zona ieri si è tolto la vita nel garage della sua casa.
L’uomo, G.N., di 42 anni, titolare dell’agriturismo “La Duchessa”, è stato trovato impiccato in casa con un filo elettrico. Due familiari hanno rinvenuto il corpo, quando ormai era già senza vita e quindi non c’è stato nulla da fare per tentare di salvare l’uomo.

carabinieriSul posto sono intervenuti i carabinieri per fare gli opportuni rilievi. Ad avvalorare l’ipotesi del suicidio è stato anche il ritrovamento di due biglietti impossibili da equivocare, nei quali l’uomo avrebbe espresso il perché dell’atto folle, lasciando pochi dubbi sulle circostanze della sua morte.
G.N. era estremamente conosciuto nella città dove viveva, e così il suo agriturismo.

L’uomo è stato descritto dagli abitanti del Paese come tranquillo e giovale. Come accade in molti altri suicidi, nessuno avrebbe potuto immaginare quello che stava per accadere. Il 14 giugno l’uomo aveva postato su Facebook uno stato in cui sembra accennasse alle sue intenzioni: si tratta di una sorta di riflessione sul tema del suicidio. Il pm Francesca Miglietta ha disposto che la salma sia trasferita nella camera mortuaria del “Vito Fazzi” di Lecce.

Mariagrazia Roversi