Euro 2016: Piqué teme l’Italia di Conte

piquéAlla vigilia del big match tra Spagna e Croazia, Gerard Piqué fa il punto della situazione ed indica le nazionali che secondo lui possono vincere questo europeo, quelle che possono impensierire una Spagna che fino ad oggi è stata la squadra più impressionante sul piano della qualità e del gioco (non una novità) di questo Euro 2016. La partita di oggi decide le sorti degli ottavi, chi perde, probabilmente, sarà il prossimo avversario degli azzurri, una prospettiva che non esalta il difensore catalano, preoccupato da quanto di buono sta facendo la nostra nazionale: “L’Italia è molto Italia e la cosa mi preoccupa”. Con questa frase criptica il difensore della nazionale spagnola intende che ha visto un Italia molto concentrata che per caratteristiche storiche si esalta nella fase difensiva, il grande merito di Antonio Conte, secondo Piquè, è stato quello di aver riportato la nazionale a giocare secondo il proprio stile rendendola una nazionale molto pericolosa da affrontare per tutti.

Dopo aver elogiato gli azzurri il calciatore spagnolo indica quelle che secondo lui sono le tre nazionali più accreditate ad arrivare fino in fondo: al primo posto ha messo la Francia (il fatto di giocare in casa gli darà una spinta maggiore), al secondo la Germania campione del mondo in carica (i tedeschi hanno una grande tradizione di successi e con la squadra attuale non possono fallire un accesso alla finale) ed infine a sorpresa Piqué ha inserito la Crozia ( i croati hanno una qualità generale medio alta, un centrocampo tra i più forti d’Europa ed esprimono un gran gioco). Questa sera la nazionale di Antonio Conte spera che la Spagna vinca il confronto diretto contro la Croazia, questo permetterebbe agli azzurri di evitare la Roja ma potrebbe consentirle di evitare anche i croati: se nell’altra partita del girone la Repubblica Ceca vincesse contro la Turchia si qualificherebbe come seconda relegando i croati al terzo posto e regalandoci un accoppiamento più morbido.

Fabio Scapellato