La più giovane sviluppatrice di Apple ha nove anni ed è australiana

AnvithaVijay740esAnvitha Vijay a nove anni è diventata la più giovane programmatrice di app per iphone. La sua prima app, Smartkins Animals, le ha permesso di vincere una borsa di studio per partecipare alla Wordwide Developer Conference (la conferenza annuale tenuta da Apple a Los Angeles per conoscere e premiare i più talentuosi sviluppatori di Ios provenienti da tutto il mondo). Avintha bambina australiana di origine indiana ha sviluppato le proprie competenze da autodidatta grazie ai video tutorial su Youtube, acquisite rapidamente le capacità da sviluppatrice, si è subito lanciata nello sviluppo di questa app, un idea geniale sopratutto considerando l’età della sua creatrice: si tratta di un programma contenente oltre cento foto di animali di specie diverse che ha lo scopo di aiutare i bambini nell’apprendimento.

Smartkins Animals ha permesso alla piccola programmatrice di vincere una delle 350 borse di studio messe a disposizione dall’azienda americana che permettono ai giovani talenti di partecipare alla conferenza annuale degli sviluppatori (senza la borsa di studio solo il viaggio costerebbe 1600 dollari, una spesa che in molti non potrebbero affrontare). Il suo talento ha stupito tutti persino Tim Cook, amministratore delegato della Apple, che si è detto colpito di trovare tra i giovani talenti dell’evento una bambina che non ha concluso nemmeno la scuola primaria.

Grazie a questa possibilità, offertale dalla Apple, Vijay è diventata una celebrità e con il supporto dei genitori si aggira tra migliaia di scafati sviluppatori diffondendo le proprie idee ed i propri progetti. Intervistata da ‘Fortune‘, Anvintha, si è detta felice di poter apprendere al Wwdc e di potersi confrontare con alcuni dei migliori sviluppatori del mondo, i suoi progetti futuri sono ambiziosi: la piccola sviluppatrice sogna, infatti, di diventare un innovatrice ed è convinta di poter aiutare i suoi coetanei ad esprimere al meglio le proprie capacità.

Fabio Scapellato