Copa America: Messi regala spettacolo e trascina l’Argentina in Finale

lionel-messi-graham-zusi-argentina-usa-06212016_bwnj9ajzcyes1pb9hzy3piwj3L’Argentina spazza anche gli Stati Uniti e si qualifica alla terza finale consecutiva in tre anni dopo quella del Mondiale 2014 e quella della Copa America dell’anno scorso. Nella prima semifinale di questa Copa America del Centenario non c’è stata partita, troppo forti i sudamericani per la squadra di Klinsmann, sopratutto se Messi regala un altra prova di grande classe e supera Batistuta nella classifica dei top scorer della nazionale albi celeste con una punizione che sfida le leggi della fisica.

La partita comincia con un dominio argentino, il pallone gira velocemente tra i giocatori della mediana e le punte, ispirate dalla Pulce, creano occasioni da gol dal primo minuto. La resistenza della retroguardia americana è breve, bastano, infatti, solo 3′ minuti all’Argentina per andare in vantaggio: Lavezzi scarica su Messi al limite dell’area, il fuoriclasse del Barcellona, di prima, gli torna la sfera con un lob morbido che il pocho mette in rete di testa. Dopo il vantaggio, Messi e compagni mettono a ferro e fuoco la retroguardia degli Stati Uniti giocando al torello con gli storditi difensori americani, incapaci di recuperare palla dai frombolieri argentini. Il raddoppio è solo questione di tempo e infatti arriva al 32′ grazie ad un gioiello su punizione del solito Messi (gol numero 55 con la nazionale) che chiude il primo tempo con il doppio vantaggio in favore dell’Argentina.

Il secondo tempo continua sullo stesso spartito del primo, gli argentini controllano il gioco e Messi umilia gli avversari saltandoli con serpentine spettacolari come se fossero birilli. La superiorità dei sudamericani si concretizza con il gol del Pipita: l’attaccante del Napoli, servito in profondità, tira una prima volta ma la conclusione viene respinta, la parata del portiere, però, è inefficace e permette ad Higuain di riportarsi sul pallone e ribadire in rete. Prima della fine c’è tempo per un altro gol: Messi recupera palla sulla mediana salta due avversari, entra in area e serve il pallone ad Higuain per un comodo tap-in che il centravanti non sbaglia. Chiusa la pratica USA, l’Argentina attende in finale la vincente tra Cile e Colombia.

Fabio Scapellato