Maturità 2016, ecco le tracce: donne al voto nel ’46 e Umberto Eco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:22

italianoGià alle 8:38 sono circolate le prime informazioni sulle tracce della prova di italiano per gli studenti che hanno cominciato il loro esame di maturità. Sono più di 500mila, infatti, i ragazzi e le ragazze chiamati a svolgere la prova, uguale per tutti. Le ore a disposizione sono sei.

I primi temi, dunque. A settant’anni dal primo voto aperto anche alle donne, ovvero quel suffragio che sancì la fine della monarchia e l’inizio dell’Italia repubblicana, per il tema di Storia vengono proposti due brani, uno della poetessa e partigiana Alba de Cespedes e l’altro di Anna Banti, l’autrice del romanzo “Artemisia”.

Per la letteratura viene scelto un brano di Umberto Eco, scomparso lo scorso 19 febbraio: “Sulle funzioni ella letteratura”, tratto dalla raccolta di saggi “Sulla letteratura”.

Inoltre, per l’attualità viene proposto un testo di Piero Zanini per indurre i candidati ad un riflessione sui confini. Il testo in questione riguarda “confini, muri reticolati, costruzione e superamento dei confini, le guerre per i confini”.

Per il saggio breve, o articolo di giornale, sono state scelte quattro opzioni: in arte e letteratura il rapporto padre-figlio (come fonte anche “Lettera al padre” di Kafka); “Crescita, sviluppo e progresso sociale. È il Pil la misura di tutto?” per il saggio socio-economico; nel saggio storico-politico la traccia è sul valore del paesaggio, mentre nell’ambito tecnico-scientifico si chiede di sviluppare il saggio sull’uomo e l’avventura nello spazio, prendendo spunto dalle esperienze di Samantha Cristoforetti e Umberto Guidoni.

In bocca al lupo a tutti gli studenti da parte del ministro Stefania Giannini: “Affrontate la prova con impegno, senso di responsabilità, date il meglio di voi stessi”.

Date il meglio di voi e andrà bene. In bocca al lupo a tutte le ragazze e i ragazzi che oggi iniziano gli esami di #maturita2016″. Così il presidente del Senato, Pietro Grasso, su Twitter.