Omicidio Rosboch, Defilippi interrogato di propria iniziativa dal pm

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:04

Gabriele Defilippi, accusato di aver ucciso la professoressa Gloria Rosboch il 18 febbraio 2016, strangolandola con un complice, ha deciso di rilasciare delle dichiarazioni e si è fatto interrogare spontaneamente di fronte al pm di Ivrea, Giuseppe Ferrando.
Il 23enne ha richiesto l’interrogatorio, verosimilmente per chiarire i numerosi punti oscuri della vicenda dell’omicidio. Da quando Defilippi ed il suo complice sono stati scoperti, hanno tentato di gettare l’uno sull’altro la responsabilità dell’accaduto.

gloriaSono molti gli aspetti non ancora chiariti riguardo al delitto, per esempio quale sia stata la pianificazione dell’evento, chi uccise concretamente Gloria, di chi sia stata l’idea.
Il complice di Gabriele Defilippi, Roberto Obert, è stato sentito la scorsa settimana e ha spiegato al procuratore di Ivrea la sua versione dei fatti. Da quanto trapelato, c’è la possibilità che anche altre persone vengano incluse nelle indAagini dopo le dichiarazioni di quest’ultimo.

Le 15 pagine del verbale contenenti le dichiarazioni erano rimaste segrete fino a questo momento.
Gli interrogatori dei due sospettati procedono separatamente per riuscire a far emergere, finalmente, quale sia la verità dei fatti sulla morte della professoressa Rosboch; fino a questo momento i due, che si trovano in galera con l’accusa di omicidio, hanno continuato ad incolparsi l’un l’altro.

Mariagrazia Roversi