Germania, l’uomo che si era barricato con ostaggi nel cinema era “disturbato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:06

Terrore nel tardo pomeriggio di ieri in Germania. Un uomo è entrato nel cinema multisala a Viernheim, nel land dell’Assia, mentre era in corso la prima di un film. Ha sparato alcuni colpi in aria e ha tenuto in ostaggio almeno 50 spettatori che si trovavano in sala. Attimi di profondo terrore, il pensiero va subito al terrorismo islamico, che potrebbe aver colpito la Germania.

germaniaL’uomo, però, viene ucciso dalle forze dell’ordine e dalle teste di cuoio che fanno prontamente ingresso nel cinema. Viene trovato con una fascia di cartucce addosso, ma l’arma, sostengono le forze dell’ordine, era finta. Non è stata resa nota l’identità dell’uomo.
Probabilmente i colpi sparati in aria erano colpi a vuoto.

I media tedeschi avevano sostenuto che vi fossero diversi feriti fra coloro che si trovavano in sala, poi subito smentiti dalla polizia che ha detto che nessuno degli spettatori ha riportato traumi, se non una ventina di persone che hanno inalato i gas lacrimogeni che le teste di cuoio hanno usato durante il blitz. Il ministro dell’Interno del Land ha sostenuto che l’uomo fosse “un disturbato”. Esclusi, per ora, collegamenti e legami con il terrorismo islamico. Si segue la pista di un aggressore squilibrato che ha agito completamente da solo.

Mariagrazia Roversi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!