UK fuori dall’Unione Europea, la gente esulta. “Leave” al 51,9%

Il popolo del Regno Unito ha deciso: basta all’Unione Europea. Il Regno Unito è ufficialmente uscito, con il referendum, dal’UE, ai sensi dell’art. 50 del Trattato sull’Unione Europea. La popolazione festeggia, i fedeli all’Europa si disperano. Il conteggio delle schede si è concluso questa mattina poco dopo le 8: i risultati sono 51,9% dei voti a favore del Leave e 48,1% a favore del Remain.

ukIeri sera, poco prima della chiusura delle urne, si sosteneva che i Remain fossero in vantaggio sui Leave, nonostante si fosse sancito di non fare exit poll.
Le urne si sono chiuse alle 23, hanno decine di milioni di inglesi, un numero stupefacente di persone, per il destino del loro Paese.
I pro UE adesso guardando la sconfitta con il panico. I leader politici, che per tutto il corso della campagna elettorale hanno demonizzato i favorevoli all’uscita dall’Unione, sono sconvolti.

Esulta Nigel Farange, il leader del partito UKIP, schierato per la Brexit. “Abbiamo dominato questa campagna elettorale e per questo siamo stati demonizzati. Ma ho stretto molte mani di persone che non vogliono stare in Ue, abbiamo visto che la metà della popolazione non vuole più rimanere. Ora sarà importante quello che accadrà nel resto dell’Europa”. Felice anche l’ex sindaco di Londra Boris Johnson. I deputati conservatori hanno scritto una lettera, firmata da 84 di loro (due terzi dei quali per il Leave) chiedendo a David Cameron di rimanere in carica.

Mariagrazia Roversi