Ndrangheta, catturato il superboss Ernesto Fazzalari

ndranghetaErnesto Fazzalari, il secondo super-ricercato in Italia dopo Matteo Messina Denaro, è stato catturato dopo vent’anni di latitanza. Il superboss della ‘ndrangheta è stato arrestato nella notte tra sabato e domenica dai carabinieri di Reggio Calabria nel suo covo a Molochio, Aspromonte del Reggino.

Ad annunciarlo è stato il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, con un messaggio su Twitter. “Preso nella notte dai carabinieri il boss della ‘ndrangheta Fazzalari. Grazie a giudici e forze dell’ordine. Viva l’Italia!#buonadomenica”, ha twittato Renzi, che ha espresso un pensiero anche su Facebook: “Continuiamo a combattere la criminalità ovunque, palmo a palmo, casolare per casolare”.

Latitante dal mese di giugno del 1996, Fazzalari, 46 anni, deve scontare l’ergastolo per associazione per delinquere di tipo mafioso, omicidio, porto e detenzione illegale di armi. Gli investigatori l’hanno individuato all’interno di un’abitazione a ridosso di un’area aspromontana impervia.

Il superboss, all’arrivo delle forze dell’ordine, non ha opposto resistenza e si è fatto ammanettare fornendo subito le proprie generalità. Con lui viveva una donna, la sua compagna, di 41 anni, arrestata per procurata inosservanza di pena, concorso in detenzione di arma comune da sparo e ricettazione.

Nell’abitazione è stata rinvenuta anche un’arma da fuoco e le munizioni. “Oggi la Squadra Stato ha messo a segno uno dei suoi gol più belli”, ha commentato il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano.