Stilista trovata impiccata, sarebbe stato suicidio: sul telefono foto di violenze del fidanzato

La stilista di 31 anni trovata morta, impiccata ad un albero il 31 maggio in Piazza Napoli si sarebbe suicidata. Carlotta Benusiglio, originaria di Milano, non sarebbe stata uccisa come sostengono amici e familiari, ma avrebbe posto fine volontariamente alla propria vita. A dirlo è l’autopsia, che ha trovato nel corpo della donna delle forti tracce di alcol, almeno 2,2g/l, quattro volte il limite che la legge consente per guidare.

stilistaNon ci sarebbero invece tracce di stupefacenti. La morte è avvenuta per strangolamento: il medico legale non ha trovato dei segni che facciano pensare ad un intervento esterno, ma non per questo viene meno l’accusa di istigazione al suicidio contro ignoti.
Il fidanzato della ragazza ha sostenuto che si erano incontrati la sera prima (come hanno riferito anche dei testimoni) e che hanno bevuto qualcosa insieme, poi avrebbero litigato e lui si sarebbe allontanato in taxi (particolare non confermato, dato che il taxi non è stato rintracciato).

Nel frattempo gli inquirenti sul telefono della ragazza hanno trovato fotografie inquietanti che potrebbero aiutare a risolvere il caso: lividi, percosse e graffi, subiti dal fidanzato. Testimonianze fotografiche che forse la donna voleva usare per denunciare il fidanzato con il quale, sostengono parenti ed amici, litigava in continuazione.

Mariagrazia Roversi