Michigan, il giudice vuole far deporre il pappagallo come testimone di un omicidio

Ci sono delle volte in cui la realtà supera abbondantemente la fantasia. In questo caso, per esempio, la scena sembrerebbe tratta da un film, e invece… In Michigan è avvenuta una sparatoria, nella quale un uomo, Martin Duram, ha perso la vita. L’indiziata per l’omicidio è la moglie, Glenna Duram, 48 anni. Ora il magistrato che segue le indagini, Robert Springstead, pubblico ministero di Newyago County, vorrebbe chiamare il pappagallo della vittima a deporre circa l’omicidio.

pappagalloSecondo il giudice l’animale avrebbe assistito all’omicidio e potrebbe raccontare alle forze dell’ordine che cosa è accaduto. Sorge un dubbio: ma i pappagalli non sanno solamente ripetere ciò che viene loro detto? Non risulta che abbiano facoltà di parola.
In ogni caso adesso le autorità stanno valutando la situazione per capire se Bud, questo il nome del pappagallo, sia in grado di aiutarli a risolvere l’omicidio.

“E ‘una novità interessante ed è stata una grande opportunità per conoscere pappagalli africani. Stiamo cercando di capire se Bud, il pappagallo, sia davvero affidabile per raccogliere le informazioni di cui abbiamo bisogno” ha sostenuto il magistrato. Certo, potrebbe esserci qualche problema a far giurare il pappagallo sulla Bibbia. A far scaturire il sospetto che l’animale avesse assistito all’omicidio il fatto che avesse ripetuto più volte ad alta voce “Non sparare” imitando la voce del suo padrone.

Mariagrazia Roversi