Terremoto in Forza Italia: via tre donne dallo staff di Berlusconi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:30

Maria Rosaria RossiNon c’è pace per il partito di Silvio Berlusconi. I tempi degli antichi fasti sembrano aver definitivamente lasciato il passo a una fase di grande confusione, che ha costretto Forza Italia in un “cono d’ombra” mediatico. A originare tutto sono state quelle “cene eleganti” ad Arcore che all’ex premier sono costate tanto (più in termini politici che economici) e che hanno dato il là a un tentativo di Opa nel centrodestra, che Matteo Salvini sta cercando, da qualche tempo, di capitalizzare. L’immagine offuscata del leader ha gettato nella polvere l’intero partito che fatica a risalire la china. Ed a riorganizzarsi per bene. L’ultimo colpo lo ha assestato il “direttorio” amicale-familiare che si è costituito in occasione del ricovero di Berlusconi al “San Raffaele” di Milano. Che ha deciso di licenziare dallo staff del presidente tre donne che si erano guadagnate l’iscrizione al cosiddetto “cerchio magico” azzurro: Maria Rosaria Rossi, Deborah Bergamini ed Alessia Ardesi.

Ma andiamo con ordine: l’intervento al cuore di Silvio Berlusconi ha costretto il leader ad abbandonare momentaneamente le scene. A prendere in mano la situazione sono stati la figlia Marina, e i “fedelissimi” Fedele Confalonieri, Gianni Letta e Niccolò Ghedini che – si dice – abbiano sentito il bisogno di fare un po’ di pulizia nel partito. In che modo? Allontanando dalla segreteria presidenziale tre figure (rigorosamente femminili) che, a loro avviso, avrebbero concorso ad appannare la figura del leader. Si parte con Maria Rosaria Rossi che, negli ultimi anni, ha seguito ogni passo – pubblico e privato – di Silvio Berlusconi tanto da guadagnarsi il titolo di “badante”. E un ruolo importante all’interno del patito: quello di commissario straordinario “strappato”, nel 2014, a Sandro Bondi. In pratica, la Rossi ha, fino ad oggi, amministrato in maniera esclusiva le finanze di Fi e firmato tutte le candidature. Guadagnandosi la fiducia del capo, ma non quello del “direttorio”, che avrebbe appunto deciso di approfittare della convalescenza di Berlusconi per “licenziarla” dal suo staff personale.

A “capitolare” dovrebbe essere anche Deborah Bergamini, responsabile della comunicazione del partito, che ha fin qui curato i rapporti (non sempre facili) tra l’ex premier e i media. La sua scelta di sostenere la corsa al Campidoglio di Alfio Marchini (che, com’è ormai noto a tutti, si è rivelata fallimentare) avrebbe segnato un “passo falso” su cui la primogenita dell’ex Cavaliere, Gianni Letta, Fedele Confalonieri e Niccolò Ghedini avrebbero deciso di non voler soprassedere, prefigurando (in sua sostituzione) l’arrivo in Forza Italia di un uomo di fiducia di Fininvest, capace di risollevare le “quotazioni” mediatiche del partito malandato. Allontanamento in vista anche per Alessia Ardesi che, negli ultimi anni, si è guadagnata un posto speciale al fianco di Silvio Berlusconi (di cui, ufficialmente, ha curato l’ufficio stampa) grazie all’amicizia stretta con Francesca Pascale. Anche per lei, la permanenza all’interno del cosiddetto “cerchio magico” sarebbe scaduta, ma la sua professione di giornalista potrebbe procurarle una “buonuscita” interessante, che potrebbe portarla a lavorare nella redazione del Tg5.

Maria Saporito 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!