“Troppo pericolose”, IKEA Usa ritira 29 milioni di cassettiere

ikea 29 milioni di pezzi ritirati. E’ la decisione presa dal colosso svedese IKEA, dopo una serie di incidenti che ha gettato ombre sulla sicurezza dei mobili della storica azienda nordica, in particolare sulle cassettiere “Malm”.

In particolare, gli allarmi sono cresciuti dopo che ben sei bambini (tre negli ultimi tre anni) sono morti perché travolti da cassettiere e mobili dell’Ikea non fissati alla parete come indicato nelle istruzioni di montaggio. Il primo decesso risale a 27 anni fa, mentre l’ultimo è avvenuto il 14 febbraio di quest’anno, quando un piccolo bimbo del Minnesota è rimasto schiacciato sotto la cassettiera nella sua camera da letto. Aveva solo 22 mesi.

Per questo, il presidente di Ikea America Lars Peterson ha deciso di interrompere, d’accordo con Ikea Canada, la vendita dei pezzi della linea perché potenzialmente pericolosi. La multinazionale svedese rimborserà metà del valore del prodotto se acquistato prima del 2002; in alternativa, IKEA recapiterà gratis un kit per il fissaggio alla parete.

Non è la prima volta che il colosso svedese ritira un prodotto dal mercato: era già accaduto in passato con frigoriferi e congelatori Frostfri per “il rischio di scossa elettrica”, i cancelletti Patrull per “il rischio di caduta dalle scale”, il mantello del costume da pipistrello Lattjo, una lampada Gothem per danneggiamento dei cavi e le tavolette di cioccolata Chokland Mork 60% e Chokland Mork 70%.