Arabia Saudita, coppia di gemelli massacra la famiglia contraria alla loro entrata nell’Isis

uccidono la madreUna coppia di fratelli gemelli ha brutalmente assassinato la madre che aveva cercato di impedire loro di unirsi all’Isis. Khalid e Saleh Al Areni, 20 anni, hanno attirato con l’inganno la donna, 67 anni nella dispensa della loro casa a Riyadh, Arabia Saudita, per poi accoltellarla selvaggiamente fino alla sua morte. Non contenti si sono scagliati sul padre di 73 anni e sul fratello Sulaiman di 22, lasciando entrambe in una pozza di sangue, con ferite gravissime.

Foto realizzate dalle reti televisite locali della scena del delitto hanno mostrato l’incredibile tipologia di armi utilizzate per compiere il massacro, tra le quali una mannaia, un grande machete e diversi coltelli di diverse dimensioni. Ma non solo, nelle foto diffuse sulle reti tv locali si può osservare l’incredibile quantità di sangue sparsa ovunque nella casa, una scena che ricorda il set di pellicole horror. I gemelli hanno poi rubato una macchina dandosi alla fuga ma sono stati fermati dai poliziotti a 60 miglia di distanza. Le indagini hanno confermato che l’omicidio della madre è avvenuto nella dispensa e che poi i due hanno raggiunto il padre pugnalandolo prima di accoltellare il fratello.

Daniele Orlandi