Lecce, dà fuoco alla compagna davanti ai figli: arrestato 24enne

rumenoAncora un episodio di violenza nei confronti di una donna. A Tuglie, in provincia di Lecce, un 24enne rumeno ha dato fuoco alla sua compagna davanti ai figli di uno e tre anni.

L’uomo ha cosparso il corpo della sua compagna con dell’alcool e le ha poi dato fuoco, provocandole ustioni di secondo e terzo grado che hanno richiesto l’immediato ricovero al Centro Grandi ustionati dell’ospedale di Brindisi, dove i medici si sono riservati la prognosi. Tutto questo nell’appartamento dove la coppia viveva insieme ai due figli piccoli.

Stando alle ricostruzioni dei carabinieri di Sannicola, la coppia litigava frequentemente: la giovane subiva spesso violenza psicologica da parte del compagno, che era solito aggredirla anche davanti ai due figlioletti. E’ stato proprio il 24enne ad allertare le forze dell’ordine dopo essersi conto della violenza perpetrata nei confronti della sua compagna. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere leccese di Borgo San Nicola: per lui, il sostituto procuratore di Lecce, Stefania Mininni, ha formulato l’accusa di lesioni gravi.

La giovane ha dapprima tentato di nascondere le responsabilità del partner, probabilmente temendo delle ritorsioni da parte dell’uomo, per poi scoppiare in un pianto disperato e raccontare la brutale aggressione ai carabinieri del comando provinciale di Brindisi.