Bangladesh, la premier Sheikh Hasina rende omaggio alle vittime

attentato daccaUna corona di fiori vicino alle bare coperte dalle bandiere dell’Italia, del Giappone, dell’India, degli Usa e del Bangladesh. Così la premier bengalese Sheikh Hasina ha voluto commemorare e rendere omaggio alle vittime del barbaro attentato di Dacca, dove un commando jihadista ha fatto irruzione in un ristorante assassinando brutalmente 20 persone, di cui 9 nostri connazionali.

L’omaggio è avvenuto all’interno dello Stadio dell’esercito della capitale, che è stato riaperto al pubblico dopo la funzione.

Intanto, come riferisce l’ANSA, il rimpatrio dei feretri italiani dovrebbe avvenire tra martedì e mercoledì. Nel frattempo, il velivolo con a bordo i rappresentanti del Governo italiano è giunto a Dacca: a bordo hanno viaggiato membri dell’Unità di crisi della Farnesina e dello staff di Palazzo Chigi, che hanno ricevuto il compito di sostenere l’ambasciatore d’Italia Mario Palma nelle pratiche necessarie per prendere in consegna i feretri.

Il governo bengalese prosegue nelle indagini su quanto accaduto al ristorante di Dacca, dove la follia terrorista ha compiuto l’ennesima strage. Le autorità del posto confermano quanto già sostenuto nei giorni scorsi, ovvero che l’attacco sarebbe stato messo a segno da giovani terroristi rampolli di ricche famiglie locali arruolatisi nelle file della jihad “per moda”. Pertanto non ci sarebbe un coinvolgimento diretto dello Stato Islamico, che pure ha rivendicato l’attentato.