Torino, disoccupato disperato sale sul tetto per darsi fuoco: salvato

Ancora un gesto di disperazione causato dall’assenza di lavoro, fortunatamente questa volta ha avuto un lieto fine. Un disoccupato di Torino è salito sul tetto di un capannone, di altezza sei metri, si è gettato addosso della benzina che aveva portato con sé in alcuni flaconi e quindi ha minacciato di darsi fuoco e di gettarsi dal tetto. Il fatto è avvenuto nel quartiere Barriera di Milano, a Torino, sul tetto del parcheggio della stazione della ferrovia Rebaudengo.

torinoL’uomo, un 40enne, ha detto ai soccorritori di essere disoccupato da tempo, di essere gravato da problemi familiari e anche da debiti.
Non è stato facile cercare di trattare con una persona così disperata, ma il 118, i carabinieri ed i vigili del fuoco, giunti sul posto, volevano evitare a tutti i costi l’ennesima vittima della disperazione da disoccupazione. E’ iniziata così una lunga trattativa fra carabinieri e il 40enne, durante la quale le forze dell’ordine hanno compreso che l’uomo aveva avuto dei problemi di lavoro e non riusciva a trovare un lavoro stabile.

Infine un mediatore esperto, sottoufficiale dell’Arma, è riuscito a convincere l’uomo a scendere dal tetto e a desistere dalle intenzioni malsane. Un lieto fine, che speriamo possa tradursi in una nuova speranza per il 40enne e soprattutto in una maggiore attenzione per le persone che si trovano nella stessa situazione.

Mariagrazia Roversi