Bassano, trovati morti i due ragazzi vicentini dispersi sull’Ortles

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:09

Dopo alcuni giorni di ricerche, è arrivata la tragica notizia. I due ragazzi di Vicenza scomparsi domenica mentre si trovavano sull’Ortles, in Alto Adige, a quota 3800 metri, sono stati ritrovati senza vita. Le due vittime sono Davide Zanon, 21 anni, di Rosà, e Debora Meneghini, 22 anni, di San Floriano di Marostica. I due ragazzi erano esperti alpinisti, fin da ragazzini praticavano l’escursionismo d’alta quota, a tal punto che Debora voleva diventare istruttrice di arrampicate.

ortlesEntrambi erano iscritti al CAI, Club Alpino Italiano, da qualche anno. I due erano partiti all’alba di domenica per arrivare sulla cima del Gran Zebrù, nel gruppo dell’Ortles. Domenica sera però i due giovani escursionisti non avevano ancora fatto ritorno alla base dell’Ortles, quindi i genitori hanno fatto scattare l’allarme. Le ricerche sono iniziate subito la sera della scomparsa ed erano continuate lunedì, poi sono state sospese a causa della nebbia.

I due corpi ritrovati erano legati assieme: secondo una prima ricostruzione della tragedia, uno dei due deve aver perso l’appiglio ed è precipitato, trascinando l’altro con sé per almeno 500 metri. Le salme sono state trovate alle pendici del monte che intendevano scalare. Grande il cordoglio della comunità per la morte di due appassionati così giovani.

Mariagrazia Roversi