Inghilterra, Birmingham: cinque operai sono morti a causa del crollo di un muro

102679253_recylcing2-news-large_trans++jZCqkh21MTy1LvXE-PcUNf4Xpit_DMGvdp2n7FDd82kUn incidente in una fabbrica metallurgica di Birmingham ha causato la morte di cinque operai: gli fortunati lavoratori sono stati sommersi dalle macerie quando uno dei muri dello stabilimento è crollato e li ha sommersi sotto le macerie. Questa mattina, verso le 8:15, i soccorsi sono stati chiamati per cercare di salvare la vita ai sei uomini coinvolti dal crollo del muro, le macerie, però, hanno impedito un soccorso rapido e questo ha causato la morte di cinque dei sei uomini schiacciati dalle macerie, un sesto operaio è stato, invece, portato in ospedale con serie ferite alle gambe e tutt’ora versa in gravi condizioni.

Stando a quanto scritto sulle pagine del tabloid inglese ‘The Sun‘, al momento del crollo, sul sito della tragedia, era presente un autista di camion, Slav Aniyu, l’uomo avrebbe riferito ai microfoni del ‘Birmingham Mail‘: “Stavamo caricando i metalli da riciclare in un container che sarebbe dovuto andare in Cina. Stavo per ripartire quando uno dei ragazzi mi ha detto di fermarmi e che nessuno sarebbe potuto andare via“. Ovviamente il motivo di quello stop inatteso era il crollo del muro, solo dopo essere sceso dal camion l’autista ha visto un uomo steso per terra e ricoperto dalle macerie.

Il camionista ha atteso l’arrivo della polizia per uscire dalla struttura, questi lo hanno costretto a lasciare il camion e lo hanno scortato fuori. In questo momento i vigili del fuoco lavorano alacremente per estrarre i corpi dalle macerie, secondo le prime affermazioni rilasciate dal capo dei vigili del fuoco, infatti, la struttura rimane fortemente instabile e nuovi crolli potrebbero causare altre vittime, per questo motivo l’estrazione dei corpi richiederà ancora diverse ore. Nel frattempo la polizia sta investigando per capire quali sono state le cause che hanno portato al crollo.

Fabio Scapellato