USA, minacce alla polizia, la tensione è al massimo. Si temono nuovi attacchi

La situazione negli Stati Uniti d’America sembra sul punto di implodere, la tensione fra manifestanti e poliziotti è altissima. Minacce, proteste enormi nelle città contro la violenza della polizia nei confronti degli afroamericani. L’altro ieri un ex soldato di 25 anni ha fatto strage di poliziotti a Dallas, ieri dei poliziotti hanno sparato ad un afroamericano che li minacciava con la pistola.

poliziaOggi il conflitto sembra sull’orlo di un’esplosione violenta, continui allarmi scuotono le forze dell’ordine. La situazione è critica specialmente a Dallas, città che, dopo la strage di cinque poliziotti, vive nel terrore.
Il dipartimento di polizia ha ricevuto altre minacce via internet e via telefono, le misure di sicurezza sono state rinforzate in tutta la nazione.

Le manifestazioni del movimento Black Lives Matter stanno bloccando il paese, a Detroit è stata bloccata la rampa del Bay Bridge, le proteste si sono diffuse anche in Louisiana, a St. Paul. Ma il clima di ansia si sta diffondendo in tutti gli USA. A San Antonio, nel Texas, qualcuno ha sparato contro il dipartimento di Polizia. A Swagg, Alabama, un uomo ha preso in ostaggio la moglie e ha ferito un poliziotto, è stato ucciso e la donna è stata liberata e sta bene.