Ucraina, morte del dentista calabrese: due donne confessano l’omicidio

Era mistero fino ad oggi sulla morte del dentista di Rovereto, Bava Francesco, di 65 anni. L’uomo, nato a Fabrizia, Vibo Valentia, era stato trovato morto ad Odessa, in una camera d’albergo, il 30 giugno scorso. Non si era immediatamente capito chi avesse potuto uccidere quell’uomo e soprattutto quale fosse il movente di un simile omicidio. L’uomo era morto per overdose da sonniferi.

ucrainaPoi, però, tassello dopo tassello, e soprattutto confessione dopo confessione, la verità è venuta fuori. Due donne del luogo voleva derubare l’uomo. Le due, di 20 e 34 anni, hanno confessato di aver dato dei sonniferi all’uomo che si trovava nella sua stanza d’hotel ad Odessa allo scopo di addormentarlo, senza volerlo uccidere. I narcotici, però, hanno provocato l’arresto cardiocircolatorio del dentista, che è morto.

Le due donne l’hanno derubato di 700 euro in moneta locale, di gioielli e cellulari, ma gli agenti di polizia hanno arrestato le due appena uscite dall’albergo. Grande cordoglio a Rovereto per la morte del dentista, che era molto conosciuto nel suo paese sia come professionista che come grande tifoso della Juventus. L’uomo viaggiava spesso all’estero, ed anche in Ucraina, dove si era recato per comprare del materiale tecnico per eseguire il suo lavoro: poi, però, una trappola mortale l’ha tradito.