Baghdad, autobomba fa strage nel quartiere Rashidiya: 9 morti e 32 feriti

Un’altra strage scuote la città irachena di Baghdad: un’autobomba, questa mattina, è stata fatta esplodere nel distretto di Rashidiya, che si trova nella zona settentrionale della capitale irachena. Le fonti della sicurezza statale hanno sostenuto che per ora l’attacco non è stato rivendicato, ma sono forti i sospetti che possa essere stato fatto dall’ISIS, proprio come il precedente attacco a Karrada, nel quale sono morte 250 persone e sono rimaste ferite almeno 200, soprattutto moltissimi bambini.

baghdadL’attentato nel quartiere di Rashidiya ha provocato almeno nove morti e 32 feriti, un drammatico bilancio che va ad aggiungersi ai morti degli attacchi precedenti.
L’attentato che stamattina ha scosso nuovamente Baghdad è solo l’ultimo, per ora, di una serie lunga e violenta. La città irachena è nel mirino dei terroristi dell’ISIS, i quali soprattutto vogliono vendicarsi del fatto che l’esercito nazionale sia riuscito a espugnare Falluja, e lo fanno martoriando la popolazione con attentati a pioggia.

Dopo lo scorso attacco contro la popolazione nel corso dell’Iftar, nel momento della rottura del digiuno del Ramadan, la gente si era scagliata contro il premier Haider, ritenuto incapace di garantire la sicurezza alla popolazione. Centinaia di persone sono scese in piazza per chiedere le dimissioni del premier e dell’esecutivo dopo l’ennesimo, violentissimo attentato firmato dall’ISIS.