Michigan, detenuto spara nel tribunale: uccise due guardie

Tragedia in Michigan, dove un detenuto è riuscito a sottrarre una pistola ad un agente ed a sparare, facendo due morti.
La sparatoria è avvenuta nel tribunale di Saint Jospeh, in Michigan, nella contea di Berrien. I particolari circa l’accaduto non sono ancora stati diffusi, la ricostruzione è abbastanza approssimativa. Sembra comunque che l’uomo che ha sparato stava per essere trasferito verso una prigione. Improvvisamente, però, è riuscito ad impossessarsi della pistola di un agente, ed ha iniziato a sparare.

michiganDue poliziotti che si trovavano nei dintorni sono stati uccisi. I due morti sono stati definiti “coraggiosi” dai colleghi sopravvissuti. L’attentatore è morto nella sparatoria.
Tutta la zona del circondario è stata messa in sicurezza dalla polizia. “La zona è stata messa in sicurezza e la polizia ha iniziato l’indagine sulla sparatoria del pomeriggio” ha sostenuto il governatore Rick Synder, che ha anche aggiunto: “Unitevi con me a pregare per le vittime”.

“L’uomo ha sparato a due guardie, che sono morte, e ha colpito il vice sceriffo che è in ospedale. Sulla scena ci sono ora gli agenti per cercare di stabilire cosa accaduto e come. Vi chiediamo ora solo di pregare per le vittime” ha sostenuto invece lo sceriffo di Berrien, Paul Bailey.
I nostri pensieri sono per le vittime e le loro famiglie, e con tutti coloro del tribunale della contea di Berrien. Le ostilità contro la polizia devono finire” ha detto Donald Trump.