Santo del 12 Luglio 2016: si venerano i santi Ermagora e Fortunato

Il 12 Luglio si celebra la memoria liturgica dei santi Ermagora e Fortunato martiri, patroni dell’arcidiocesi di Udine.

Venerati da tutte le Chiese Cristiane che ammettono il culto dei santi, entrambi subirono il martirio ad Aquileia, il 12 Luglio del 70 d.C., in epoca neroniana.

Vissuti presumibilmente verso la metà del III secolo di loro non si conoscono né il luogo né la data di nascita.

Secondo una leggenda sorta all’interno della Chiesa di Aquileia, Ermagora (o Ermacora), sarebbe stato convertito al Cristianesimo da San Marco Evangelista e da questi scelto quale primo vescovo della città friulana.

Consacrato a Roma da San Marco nel 50, Ermagora avrebbe scelto Fortunato come suo diacono.

Entrambi subirono il martirio per ordine di un certo Sebasto, durante le persecuzioni di Nerone, poiché si erano rifiutati di abiurare il credo Cristiano.

Il loro corpi e le reliquie, dapprima conservati nella basilica di Aquileia, nel VI secolo furono trasferiti nella basilica di Sant’Eufemia a Grado, nel XVI secolo restituite alla comunità di Aquileia e nel 1751 traslati a Gorizia.

Riportati nel Martiriologo romano – che celebra la loro memoria nella stessa data -, e nel Martiriologo Geronimiano, quest’ultimo nota i due santi non sempre nella stessa data.

Qui Ermagora non viene qualificato come vescovo e si dà maggiore rilievo al culto di San Fortunato, pertanto taluni hanno ritenuto che Ermagora fosse in realtà il nome di San Fortunato e che le due figure siano state scisse in un secondo momento.

Michela De Minico