Disastro ferroviario: 22 le vittime accertate. I parenti: “Meritiamo giustizia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:11

Sono 22 le vittime del disastro ferroviario avvenuto ieri in Puglia, nel tratto tra Andria e Corato. A darne notizia è lo stesso prefetto di Barletta, Clara Minerva, che parlando ai giornalisti a riferito che “oltre ai cadaveri in corso di identificazione sono scontro_treni_2008-1000x600stati recuperati altri resti umani sui quali sono in corso indagini ed esami del Dna.” Un compito gravoso e drammatico, reso ancora più difficile dalla presenza di numerosi familiari delle vittime, accorsi al Policlinico di Bari dove sono in corso gli esami autoptici.

“Sono però 27 le richieste di informazioni arrivate dai familiari dei passeggeri – ha proseguito il prefetto – I dispersi, dunque, sarebbero quattro.” Si è fermato invece a 50 il numero dei feriti, in quello che passa alla storia come il peggior incidente mai avvenuto in Puglia: “Meritiamo giustizia” hanno urlato alcuni dei presenti in ospedale, nel quale non sono mancati momenti di tensione.

Proseguono intanto le operazioni di ricerca e di demolizione delle vetture. Cinquanta uomini dei vigili del fuoco lavorano, assieme ad altri, sotto la calura estiva con pazienza e tenacia. Due escavatori e una gru rimuovono senza posa pezzi di lamiere accartocciate e sedili sradicati. Si continua a tagliare le lamiere contorte nella speranza di poter recuperare le persone che risultano ancora disperse: “Stiamo demolendo progressivamente i pezzi delle carrozze più incidentate- ha spiegato il comandante dei vigili del fuoco- poi procederemo alla rimozione dei resti. Opereremo in questa maniera anche con l’aiuto delle unità cinofile, fino a quando non potremmo escludere la presenza di altre persone.”

Giuseppe Caretta

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!