Magherini, fu omicidio colposo: condannati tre carabinieri

omicidio colposoE’ arrivata la sentenza di primo grado per il processo relativo alla morte di Riccardo Magherini, l’ex calciatore delle giovanili della Fiorentina morto durante un drammatico arresto a Borgo San Frediano (Firenze) la notte del 3 marzo 2014.

Sono tre le condanne per omicidio colposo emesse dal giudice Barbara Bilosi. I provvedimenti colpiscono tre dei quattro carabinieri che sono intervenuti quella notte nei confronti del Magherini. Si tratta di Vincenzo Corni, Stefano Castellano e Agostino Della Porta: per Corni otto mesi di reclusione, sette per gli altri due, tutti e tre con sospensione della pena.

Assolto l’altro carabiniere, Davide Ascenzi, per non aver commesso il fatto: con la stessa formula sono state assolte le due volontarie che avevano prestato i primi soccorsi a Riccardo Magherini.

Quella notte Magherini, in evidente stato psicofisico alterato dopo aver assunto cocaina, veniva bloccato dai carabinieri in Borgo San Frediano: l’intervento dei militari fu però fatale al 40enne, in quanto fu tenuto ammanettato a pancia in giù a lungo, per quasi mezz’ora, in una posizione che gli impedì di respirare regolarmente e che lo portò al decesso. “Una condotta contraria non solo a una circolare che raccomandava di sollevare da terra i fermati in stato di agitazione, ma anche al semplice buon senso”, ha riferito in aula il pm Luigi Bocciolini.

Appena pronunciata la sentenza, la madre di Magherini è scoppiata in lacrime. In aula c’erano anche il padre e il fratello dell’ex calciatore delle giovanili della Fiorentina. Presente anche Ilaria Cucchi.