14 Luglio 2016: la Chiesa Cattolica venera San Camillo de Lellis

Il 14 Luglio si celebra la memoria liturgica di San Camillo de Lellis.

Venerato come santo dalla Chiesa Cattolica, Camillo nacque il 25 Maggio del 1550 a Bucchianico, nella diocesi di Chieti, da genitori appartenenti alla piccola aristocrazia locale.

La madre, dopo averlo dato luce all’età di circa 60 anni, morì di parto.

Il padre Giovanni lo avviò presto alla carriera militare, ma dovette ritirarsi per via di un’ulcera che lo costrinse in ospedale a Roma.

Persi tutti i suoi averi al gioco, a Manfredonia (Fg) fu assunto come inserviente presso un convento di frati Cappuccini dove, nel 1575, avvenne la sua conversione.

Rientrato a Roma per curarsi presso l’Ospedale di San Giacomo degli Incurabili, vi rimase per 4 anni per assistere i malati.

Nella capitale, nell’agosto del 1582, fondò la “Compagnia dei Ministri degli Infermi” che nel 1591 venne riconosciuta come ordine religioso – i Chierici Regolari Ministri degli Infermi -, da papa Gregorio XIV.

Intanto nel 1583 era stato ordinato sacerdote dalla sua guida spirituale, San Filippo Neri.

Gravemente ammalato continuò ad assistere gli infermi fino alla sua morte, che avvenne il 14 Luglio 1614 a Roma.

Fu canonizzato da papa Benedetto XIV nel 1746 poi proclamato, insieme con San Giovanni di Dio,  “patrono degli ospedali e degli infermi” e “patrono degli infermieri”.

Michela De Minico