Iraq, ucciso Omar il Ceceno, il terribile comandante dell’ISIS

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:31

Un altro duro colpo per i militanti dello Stato Islamico, che hanno perso il leader della guerra, Omar “il ceceno”, il temuto braccio destro di Al Baghdadi per quanto concerne l’apparato bellico del Califfato. Omar il Ceceno sarebbe stato ucciso in Iraq, a Mosul, con tutta probabilità sotto un raid statunitense. L’Amaq, agenzia di stampa dei jihadisti, ha diffuso ufficialmente la notizia della morte.

omarGià per tre volte era stata annunciata la morte di Omar, per la prima volta anche i suoi compagni ammettono che è accaduto davvero. Amaq ha dato la notizia che  Abu Omar al-Shishani è “morto da martire nella città di al-Shirqat, vicino a Mosul, nel tentativo di fermare la campagna militare”.  Abu Omar al-Shishani, 30 anni, era uno dei più temuti guerrieri dello Stato Islamico, comandante dell’ISIS: imponente e terrificante, con la sua barba rossa che spiccava nelle fotografie.

La sua pericolosità era ben nota alle forze internazionali che combattono contro l’ISIS: non a caso sulla sua testa pendeva una taglia di 5 milioni di dollari. Per gli USA, la notizia della morte di Abu Omar al-Shishani è un successo, perché consiste nell’eliminazione di un vero leader e capo strategico dell’ISIS, ma permette anche agli USA di togliersi un sassolino dalla scarpa. Infatti Al-Shishani è stato addestrato dagli USA, salvo poi essere passato all’ISIS nel 2008.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!