La “Street View” la fanno le pecore: l’idea geniale delle isole Far Oer

sheep viewLe macchine di Google non arrivano? E noi ci arrangiamo da soli. E’ quello che avranno pensato gli abitanti delle isole Fær Øer, un arcipelago situato nel nord dell’oceano Atlantico tra Norvegia, Scozia e Islanda.

Stanchi di aspettare l’arrivo delle Google Car per realizzare la mappatura dell’isola e poterla così inserire all’interno del servizio “Street View”, gli abitanti hanno deciso di fare da soli. In maniera del tutto originale, con quel pizzico di ‘follia funzionale’ che caratterizza i popoli nordici.

Il sistema si chiama “Sheep View 360”, ed è praticamente un sistema di mappatura a 360 gradi che sfrutta una fotocamera a 360 gradi per scattare foto e video. Fin qui tutto bene, se non fosse che le fotocamere sono montate sopra gli animali tipici (e principali risorse) del posto: le pecore.

Tutto questo grazie ad una speciale cintura montata su 5 pecore, guidate da un pastore esperto. E sono già 5, infatti, le località mappate con questo sistema: tutte le foto sono state già girate a Google, che ha provveduto a caricarle sul servizio “Street View”.

D’altronde, le pecore presenti sul suolo delle isole Fær Øer sono circa 80.000, quasi il doppio degli esseri umani. Il sistema è stato ideato anche per stimolare ulteriormente il turismo, ed è stato lanciato anche un hashtag su Twitter, #wewantgooglestreetview, volto proprio ad incentivare la promozione del progetto.