Pakistan, Quandeel Baloch, star social 26enne, uccisa dal fratello: “disonorava la famiglia”

Disonorava la famiglia, con il suo comportamento ritenuto troppo spregiudicato e inosservante delle norme dell’Islam. Sarebbe per questo, per non essere sottomessa ai dettami islamici e per aver infranto l’onore della famiglia, che Fauzia Azee, nota col nome di Quandeel Baloch, modella e star social di 26 anni dal Pakistan, sarebbe stata strangolata dal fratello.

quandeelPrima erano solo minacce ed insulti, ma poi Waseem, il fratello, è arrivato a mettere in pratica quello che aveva minacciato. Prima le aveva chiesto di smettere di esporsi sui social, perché col suo comportamento “disonorava la famiglia e la comunità”. Ma la giovane aveva deciso di non rinunciare: in un video aveva pronunciato questa frase: “E’ troppo tardi per tornare indietro. Io sono fuori dal loro controllo”. Venerdì notte, sembra nel corso di un violento litigio, il fratello Wassem l’ha uccisa strangolandola.

Il corpo della giovane è stato trovato questa mattina; invece il fratello si è reso irreperibile. Secondo la polizia si è trattato di un “delitto d’onore” come ce ne sono tanti in Pakistan, almeno cinquecento l’anno, specie a scapito delle donne. La giovane viveva provocando il rigido mondo musulmano pakistano, dove ogni novità è vista come una sfida ed una provocazione. Quandeel si era rivolta al governo chiedendo protezione dalla famiglia, quindi si era rifugiata nel Punjab. Poi il tragico epilogo.