Picchiavano i degenti, arrestati tre dipendenti di una casa famiglia

crotone casa famigliaSono scattate stamane le manette per tre dipendenti della casa famiglia per anziani e disabili “San Francesco e Santa Maria” a Crotone. Angela Rizzo, di 52 anni, Antonio Ingarozza (20), entrambi in carcere, e Salvatore Ciavarella (53), ai domiciliari, sono accusati di maltrattamenti, e sono stati arrestati questa mattina dai finanzieri della compagnia di Crotone.

Stando alle indagini portate avanti dagli inquirenti, i tre – tutti appartenenti all’associazione “Opus Onlus” che gestisce la casa famiglia per anziani e disabili “San Francesco e Santa Maria” a Crotone – avrebbero picchiato e umiliato degenti della casa famiglia: inoltre, gli arrestati sono accusati di vessazioni di natura psicologica e di aver elargito razioni di cibo insufficienti come quantità e qualità. I maltrattamenti e le vessazioni sono stati scoperti dai militari grazie alle registrazioni audio e video, che hanno palesato i reati di cui sono imputati i tre dipendenti della casa famiglia.

Oltre all’accusa per maltrattamenti, Ciavarella deve rispondere anche del reato di sequestro di persona. Inoltre, pare che i tre svolgessero l’attività infermieristica senza averne alcun titolo.

La struttura è stata sottoposta a sequestro preventivo e affidata in giudiziale custodia ad un funzionario della locale Azienda Sanitaria. Le indagini sono partite dopo una denuncia e si sono avvalse delle immagini riprese da telecamere installate dai finanzieri.