Gerusalemme, sventato attacco tram: arrestato palestinese con zaino bomba

Sono stati attimi di terrore a Gerusalemme, dove un 21enne palestinese è stato fermato prima di salire sul mezzo con uno zaino bomba. Il 21enne palestinese originario di Hebron, Cisgiordania, stava per salire su un tram a Gerusalemme. Con sé aveva uno zaino con all’interno un ordigno esplosivo, ed era pronto a farsi saltare in aria sul tram. Fortunatamente una guardia ha fermato il ragazzo prima che salisse sul mezzo di trasporto, sventando così “un attentato di grandi dimensioni”, come ha detto il sindaco di Gerusalemme, Nir Barkat.

gerusalemmeSe fosse esploso avrebbe fatto danni elevati” ha sostenuto il capo della polizia della città, Halevy.
Secondo i media israeliani, il palestinese prima di prendere di mira il tram è salito su un autobus di linea per raggiungere il mezzo di trasporto dove era intenzionato ad azionare l’ordigno: la sua intenzione era quella di farsi esplodere in un luogo dove ci fossero molte persone, come appunto il tram dell’ora di punta.

Il suo atteggiamento ha però sollevato dei sospetti nella guardia, che l’ha prontamente bloccato. “I terroristi cercano di disseminare la paura. Il nostro messaggio al pubblico è che deve continuare la routine di tutti. Bisogna essere vigili e non arrendersi al terrorismo. Dobbiamo dare la caccia ai terroristi e al tempo stesso continuare a sviluppare Gerusalemme” ha sostenuto il sindaco di Gerusalemme.