Nizza, altre due persone arrestate: sette in tutto i fermati per la strage

La polizia francese ha arrestato altre due persone ritenute legate alla strage di Nizza; si tratta di un uomo e di una donna, riferiscono le fonti. Sono sette in tutto le persone fermate per la strage sul lungomare di Nizza, cinque erano già state arrestate, fra cui l’ex moglie del terrorista Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, l’uomo che ha guidato il camion. Gli inquirenti stanno cercando di indagare più profondamente sulle connessioni fra l’assassino e l’Islam radicale, e specialmente con l’ISIS.

nizzaLo Stato Islamico ha già rivendicato l’attacco, sostenendo che l’omicida fosse un loro soldato, e lo ha fatto come al solito affidandosi all’agenzia di stampa Amaq. “Mohamed Lahouaiej-Bouhlel è uno dei soldati dello Stato islamico, e ha risposto agli appelli che incitavano a colpire i cittadini dei paesi della Coalizione” hanno sostenuto i miliziani dell’ISIS.

Il messaggio è stato poi diffuso sui social network. Gli inquirenti temono che proprio a Nizza vi possa essere una cellula radicale islamista alla quale l’omicida del camion fosse in qualche modo collegato. Resta inoltre da comprendere se Mohamed Lahouaiej-Bouhlel su quel camion fosse solo, oppure se, come diversi testimoni della strage hanno riferito, vi fossero altre tre persone sul camion della morte, fuggite subito dopo l’attacco in mezzo alla folla.

Mariagrazia Roversi