Usa, ricercato per stupro si barrica in ristorante: ostaggi salvi, si arrende

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:05

Si è barricato in un “Burger King” assieme ad alcuni ostaggi, tra i quali un bambino di sette anni, prima di consegnarsi spontaneamente alla polizia dopo alcune ore di tensione.

Burger-King-officers-outside_1468794146269_4124869_ver1.0E’ successo in America, nella città di Baltimora. Sul posto sono intervenute immediatamente le forze dell’ordine, tra le quali anche i reparti d’assalto Swat, che hanno circondato l’edificio. Il ricercato era armato, ed era già stato intercettato alla guida di una vettura. Pare infatti che prima di barricarsi all’interno del ristorante, il fuggitivo avesse intrapreso un inseguimento con la polizia fino a quando l’auto nella quale viaggiava non si è andata a scontrare con un’altra autovettura. A quel punto, proseguendo la sua folle corsa a piedi, l’uomo sarebbe entrato nel fast food sequestrando i clienti che si trovavano all’interno. Solo dopo alcune ore di contrattazione sono state rilasciate due persone. Il bambino, invece, è rimasto nelle mani dell’uomo sino alla fine del tesissimo pomeriggio.

Appena concluso l’intervento, la polizia ha però fatto sapere tramite Twitter, che tutti gli ostaggi sono stati portati in salvo e l’uomo, sul quale pendeva un mandato di cattura con l’accusa di stupro, è stato assicurato alla giustizia. Dovrà scontare una lunga pena alla quale si unirà anche quella per l’azione appena commessa.

G.C.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!