Germania: 300 Euro al mese per chi trascorre più tempo coi figli

Il desiderio di stare coi figli e la necessità di mantenere un lavoro, si sa, mal si conciliano; in particolare per le donne, per le quali avere un lavoro full time significa non poter godere appieno della prole.

Una proposta del Ministro della Famiglia tedesco, Manuela Schwesig, è quella di erogare 300 Euro al mese ai genitori che ridurranno l’orario di lavoro per trascorrere più tempo coi figli.

L’iniziativa è rivolta alle giovani famiglie in cui entrambi i genitori diminuiranno le ore lavorative da 36 a 32.

La misura rientra nel piano di “riconciliazione tra carriera e figli” proposto dalla Schweisig e costerà alle casse dello stato meno di un miliardo l’anno.

Il bonus sarà erogato per un periodo di due anni e fino al compimento dell’ottavo anno di età dei figli.

Lo stesso sarà versato anche a genitori separati o single.

Intanto lo Stato in Germania già offre, per ogni bambino nato, un assegno di 180 Euro mensili, il Kindergeld, e un sussidio di maternità per tutte le donne che lavorano, calcolato sul reddito prodotto l’anno precedente.

E ancora esistono sgravi fiscali per i padri lavoratori e le mamme che rincasano presto da lavoro.

Tenendo conto anche del fatto che in Germania il costo degli asili è per metà a carico dei comuni così, a occhio, sembra che la vita dei genitori teutonici sia più semplice che nel nostro Paese, ad esempio!

Michela De Minico