Goletta verde: terribile report sull’inquinamento del mare

Goletta-VerdeOgni anno per conto di Lega Ambiente, Goletta Verde gira per le coste italiane per esaminare il livello d’inquinamento del mare italiano. Per chiunque abbia il desiderio di tenersi informato sullo stato del mare in cui si bagna, sul sito di Lega Ambiente è possibile vedere una mappa sui punti di balneazione che sono considerati a rischio. In questa mappa, tutti i siti di balneazione sono contrassegnati con tre diversi bollini: rosso per il mare fortemente inquinato, giallo per quello leggermente inquinato e verde per quello che rispetta i limiti di sicurezza. Dando una rapida occhiata alla cartina (i report sono in costante aggiornamento) ci si rende conto che gran parte della costa italiana è fortemente inquinata.

Quali sono le zone più inquinate? Come ormai da diversi anni sia la zona del Tirreno (sopratutto in prossimità del Lazio e della Campania)  che quella dell’Adriatico (principalmente nei pressi delle coste emiliane ed abruzzesi) risultano fortemente inquinate. A sorpresa anche la Sicilia, nel versante Ionico, risulta molto inquinata sopratutto nella zona che va da Catania fino a Messina. Dall’indagine svolta da Goletta Verde le zone di mare più pulite risultano quelle della Sardegna, della Puglia, della Toscana e del Friuli Venezia Giulia, mentre la Calabria seppur meno inquinata di altre regioni presenta molte zone a rischio.