Kansas City, altro agente di polizia ucciso a colpi di arma da fuoco

Ancora violenza nei confronti della polizia negli Stati Uniti, questa volta a Kansas City, dove una pattuglia di poliziotti è stata chiamata da una telefonata che indicava la presenza di un’auto dalla quale provenivano spari. Gli agenti si sono recati sul posto ed hanno iniziato una sparatoria con i soggetti che occupavano l’auto, che erano in fuga a piedi.

kansasUno di loro è stato fermato, un altro ha continuato a sparare, colpendo un poliziotto che, nonostante sia stato portato prontamente in ospedale, non ce l’ha fatta ed è morto. La città dove è avvenuta la sparatoria, Kansas City, è la stessa del killer di Baton Rouge che ha ucciso tre agenti qualche giorno fa.
I dettagli circa l’accaduto non sono del tutto chiari: un portavoce della polizia, Morgan Cameron, ha sostenuto che l’agente è stato colpito da diversi colpi d’arma da fuoco dopo un inseguimento di venti minuti.

Il suo complice è stato fermato, e si trova sotto custodia. La polizia sta proseguendo nella ricerca di altri sospettati, presumibilmente altri occupanti dell’automobile.
Kansas City è una città che risente molto della tensione fra poliziotti e criminali ed anche fra poliziotti ed afroamericani; questa è la seconda sparatoria che coinvolge agenti che avviene da maggio.