Portogallo: diciottenne italiano cade in un dirupo e muore

filippo marinUn futuro da brillante architetto, un presente da studente modello ed una passione innata per l’arte e l’architettura (per l’appunto) spezzato da una rovinosa caduta in un dirupo in Portogallo. Questa secondo le prime ricostruzioni è la causa della morte di Filippo Marin (18 anni) nativo di Venezia: il ragazzo aveva ricevuto dai genitori in regalo un biglietto per il Portogallo, li, insieme ai suoi amici, si godeva il viaggio della maturità, ottenuta con il massimo dei voti all’Istituto d’Arte, e l’inizio di un estate che lo avrebbe condotto alla facoltà d’Architettura. Il giovane Filippo Marin aveva un grande talento, lo scorso 20 maggio era stato premiato a Palazzo Giustinian con il secondo posto al concorso della Fondazione Dott. Gerard e Philip Seltzer.

Gli amici di Filippo hanno raccontato l’accaduto: tutti insieme erano andati al calar del sole in prossimità di un dirupo, lo spettacolo del Sole che si immerge nell’orizzonte sconfinato dell’Oceano Atlantico li aveva convinti a spingersi il più possibile in alto nella scogliera, ma l’idea imprudente dei giovani veneziani si è tramutata presto in tragedia quando Filippo è scivolato su una roccia bagnata cadendo rovinosamente nel dirupo sottostante. Lo schock per l’accaduto è stato forte e la loro vacanza è culminata con una tragedia che segnerà il resto della loro esistenza. In questo momento i genitori di Filippo Marin sono attesi in Portogallo per il riconoscimento della salma.