Wanna Marchi: l’aggressione poco elegante e la reazione non da meno!

Stefania-Nobile-e-Vanna-MarchiWanna Marchi e la figlia sono state aggredite. Ed è questo che la maga dei tarocchi ha voluto raccontare a tutta Italia attraverso i social.

La figlia ha infatti confessato: “Allora…noi siamo state appena praticamente aggredite, si può dire così, da una masnada. I tg e i giornali ci hanno abituato, non proviamo più compassione. Però c’è anche da dire che c’è qualcosa che va al di là. Io, che non ho paura neanche del demonio, che debba aver paura a passare da viale Lunigiana a Milano all’incrocio con Melchiorre-Gioia perchè è preso d’assalto da queste put*ane, maledette da Dio e dagli uomini. Put*ane, proprio pu*ane e lo ripeto: pu*tane, figlie di tr**a, che ti saltano addosso, ti buttano la pis*** e ti pigliano a calci la macchina. Questo no, questo in una città  come Milano non deve succedere e io adesso ho tremila cose da fare ma adesso faccio una bella lettera e la mando a questo specie di sindaco che è stato eletto, nessuno l’ha mai visto, che voi avete votato“.

Le parole esordite dopo sono ancora più mirate e taglienti, ma il succo del discorso è che sia lei che la madre vogliono gli immigrati fuori dall’Italia. Non sono le uniche a pensarle così. E voi invece?

Stefania Titone