Bari, un anno fa la strage della fabbrica di Bruscella: il ricordo delle vittime

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:28

Era il 24 luglio del 2015 quando a Bari la fabbrica di fuochi d’artificio, la Bruscella Fireworks, fece parlare di sé. Un’esplosione provocò una terrificante strage a Modugno, il paese della provincia di Bari che ospitava la fabbrica: dieci i morti. Uno choc terrificante per la popolazione, per tutta Italia. Morire sul lavoro, nel 2015, a luglio, lavorando per la propria famiglia: una nota terrificante, una vicenda da far venire i brividi.

bruscellaOggi Modugno ricorda le dieci vittime di quella terribile strage sul lavoro. Ricordare è la parola d’ordine. Questa sera alle 20 una solenne messa commemorerà le vittime. Oggi è giorno di lutto, intanto prosegue l’inchiesta della Procura di Bari, dove i pm hanno richiesto proroga delle indagini per sei mesi. Gli accertamenti sono conclusi, i periti hanno consegnato la perizia. Adesso risulta indagato solamente Antonio Bruscella, unico socio dell’azienda che è scampato all’esplosione.

I reati ipotizzati sono omicidio colposo plurimo e disastro colposo. Si sarebbe trattato di un errore umano nel maneggiare la polvere pirica, errore che ha causato una, ma forse anche due o tre esplosioni a catena che sono state estremamente distruttive e che hanno rubato la vita a dieci persone, sconvolgendo l’intera Italia e ponendo ancora una volta il problema della sicurezza sul lavoro.

Mariagrazia Roversi