Monaco, ragazzi islamici invocano Allah al memoriale ed i Tedeschi s’infuriano

monacoL’assurda sparatoria che ha causato la morte di diversi giovani (10 in tutto) tedeschi a Monaco di Baviera ha sconvolto il popolo tedesco. Ventiquattro ore dopo l’attentato, la zona (prima chiusa al pubblico) è stata resa accessibile dalla polizia, subito dopo la riapertura della strada amici e parenti delle vittime si sono raccolti davanti al centro commerciale Olympia (il luogo dell’assurda sparatoria) per commemorare le vittime con fiori e ceri votivi. Uno dopo l’altro i presenti hanno voluto esprimere il proprio dolore ed il proprio ricordo delle vittime, tra i presenti anche un gruppo di ragazzi islamici, anche loro colpiti dalla perdita di un amico.

L’atmosfera commossa e nostalgica si è presto tramutata in tensione palpabile quando i giovani islamici hanno cominciato ad urlare frasi come: “Il mondo è finito”, “Tutto sta andando in rovina, rendetevene conto”, ed è esplosa in pubblica rabbia quando questi hanno concluso il loro intervento intonando: “Allah Akbar” ( Allah è grande). La frase pronunciata come preghiera in rispetto dell’amico coinvolto nella sparatoria è stata interpretata come una sfida al mondo occidentale (la situazione attuale ricca di eventi tragici legati ad attentatori di fede islamica non aiuta la convivenza tra islamici e non islamici) generando la reazione violenta dei presenti che hanno cominciato ad inveire contro i giovani con improperi, urla ed inviti espliciti a lasciare sia la piazza che la città (un video amatoriale mostra molta gente applaudire alle minacce ed agli insulti). La polizia si è vista costretta a formare un cordone per separare le due fazioni e la situazione si è  successivamente distesa.

Qui vi riproponiamo il video dell’accaduto postato sul ‘Fatto Quotidiano’