Somalia, bombe nell’aeroporto di Mogadiscio, almeno 13 morti

E’ allarme in Somalia, nella capitale Mogadiscio: delle esplosioni, almeno due, e dei forti colpi di arma da fuoco sono stati uditi nella zona dello scalo aeroportuale della città. E’ probabile che si possa trattare di un’autobomba che è esplosa. Nella zona sorge la base Halane, della missione di Pace dell’Unione Africana. Non solo, ci sono anche alcuni edifici dell’ONU, delle ambasciate di Paesi stranieri e agenzie umanitarie.

mogadiscioLa preoccupazione è quella di un attentato: si vede infatti, in alcune fotografie scattate da lontano, una grande colonna di fumo che si sta alzando dall’aeroporto. Fonti giornalistiche hanno però sostenuto che l’attacco all’aeroporto (di questo si tratterebbe) non ha “infranto” il perimetro dello scalo. Ci sono diversi agenti della sicurezza nei dintorni. La BBC riporta notizia di almeno due bombe che sarebbero esplose, almeno una delle quali addosso ad una kamikaze in un’auto, poco distante dal checkpoint.

Si parla anche di tredici vittime e molti feriti: si tratterebbe di alcune guardie e persone che erano nella zona del checkpoint al momento della deflagrazione degli ordigni, ma non si hanno conferme a riguardo almeno per ora. Il gruppo islamista al Shabaab (alleato con Al Qaeda) avrebbe rivendicato l’attacco all’aeroporto di Mogadiscio, secondo la tv Al Jazeera.

Mariagrazia Roversi