Roma: meteorite di ghiaccio sfonda il parabrezza di un auto, la procura pensa sia caduto da un aereo

1739673_blueiiceUna sera di maggio a Monteverde un boato fragoroso ha scosso la tranquillità della zona preoccupando gli abitanti e facendogli pensare che fosse esplosa una bomba o qualcosa di simile, in realtà, un blocco di ghiaccio di grosse dimensioni era precipitato dal cielo infrangendosi sul parabrezza di una Toyota Aygo parcheggiata nel quartiere.

A distanza di due mesi non è ancora chiaro da dove provenisse quell’enorme massa di ghiaccio, ma la procura di Roma ha aperto un fascicolo per reato di danneggiamento e sta indagando a riguardo. La prima ipotesi avanzata dal PM è che il grosso blocco di ghiaccio si possa essere staccato da un ala di un aereo che sorvolava l’area circostante: non sarebbe la prima volta che la perdita di un fluido dall’interno di un velivolo crea un accumulo di ghiaccio che successivamente si stacca e  si schianta sul terreno. Per accertare questa ipotesi è stata prelevata una parte del ghiaccio che verrà esaminata in cerca di tracce di sostanze differenti dall’acqua (si sta verificando insomma che non si tratti di quello che in gergo viene chiamato Blue Ice).

L’ipotesi viene surrogata dal legale del danneggiato (il proprietario della macchina ha corso il rischio di perdere la vita) che addirittura sostiene che ci possa essere stata qualche violazione delle norme di sicurezza oppure un getto da aeromobile. Il magistrato, in questa fase preliminare, ha escluso un indagine sulle tratte dei voli che sono partiti quella sera da Roma, si attendono, dunque, i risultati delle analisi sul ghiaccio per andare a fare un verifica di questo tipo, se il ghiaccio non presentasse tracce di fluido questa risulterebbe inutilmente dispendiosa.