Mangiare vintage? i cibi scomparsi che fanno ripensare all’infanzia

cibi vintageSono tantissimi quegli alimenti in voga qualche anno fa ma che piano piano sono scomparsi dalle nostre tavole.  Ogni anno si trovano nuove e gustossissime merendine, caramelle, gelati, sugli scaffali dei supermercati! Abbiamo un enorme varietà di snack e ce ne è davvero per tutti i gusti, ma che fine hanno fatto quelli che mangiavamo in passato? Alcuni sono divenuti veri e propri must che hanno fatto parte della nostra infanzia; ne basterebbe solo un morso per tornare indietro nel tempo. Ecco quelli più golosi e più famosi che chi ha vissuto negli anni Ottanta ricorda bene

Come i Soldini Mulino Bianco, mattoncini di cioccolato con sopra scolpita una monetina. Chi non trovava a casa della nonna le immancabili Rossana Perugina? Sono ancora rintracciabili da alcuni rivenditori.  Il Gommolo è stata una curiosa invenzione anni 70, un cornetto gelato al gusto di fragola e panna che nascondeva una gomma da masticare nella punta. I Palicao invece erano biscotti interamente fatti di inteso cioccolato, sempre prodotti durante i primi anni 80. Le Tortorelle erano dei biscotti sempre del brand Mulino Bianco che portavano il disegno di tortore di glassa di zucchero.

Chi si ricorda del mitico Camillino? Il gelato alla panna immerso fra due biscotti ai cereali con, all’interno della confezione, le storie delle divertenti avventure di Cocco Bill. Infine come dimenticare la marca di gelati Eldorado, che ne produceva di qualsiasi forma. I più famosi? I piedoni, i ghiaccioli raffiguranti Topolino e Minnie e il ghiacciolo arcobaleno.

Daniele Orlandi