Afghano di 15 anni fa 400 km sotto ad un tir per scappare dal suo Paese

Da Patrasso, in Grecia, fino a Napoli, chiuso sotto un tir: 400 km legato sul differenziale di un tir spagnolo che si stava dirigendo a Civitavecchia. Questa è l’avventura terribile raccontata da un ragazzo afghano di 15 anni, che è fuggito dal suo paese per giungere fino in Italia. Il ragazzo, come si può intendere dalle impressionanti fotografie, era legato sotto un tir. Ha rischiato la vita per arrivare fino in Italia.

AfganoA ritrovare il ragazzino sfinito è stata la polizia Stradale di Napoli sull’autostrada A1, vicino all’area di servizio di San Nicola la Strada, nella provincia di Caserta. Gli agenti avevano fermato il tir per un semplice controllo di sicurezza, infatti esso aveva un telo non assicurato bene. La sorpresa e lo stupore dei poliziotti è stato immenso quando hanno visto sporgere da sotto il tir delle gambe e delle braccia: erano quelle del ragazzino, sfinito ma ancora vivo, legato sul differenziale del tir.

Un viaggio che poteva costargli la vita. I soccorsi sono scattati immediatamente: la polizia ha chiamato il 118 che l’ha portato in ospedale. Il giovane nonostante la stanchezza era in buone condizioni di salute. Adesso si trova in una struttura protetta. Il conducente del tir ha detto che non sapeva assolutamente nulla della presenza del ragazzo sul tir.