Pfizer dispone il ritiro dell’ansiolitico Tavor

TavorLa società di farmaci americana Pfizer (forse la più importante a livello internazionale) ha disposto il ritiro su scala mondiale del medicinale ansiolitico Tavor, la comunicazione è giunta anche in Italia tramite la filiale italiana della compagnia: La Pfizer Italia Srl ha comunicato allo sportello dei diritti in data 29/07/2016 il ritiro del lotto n 4040 scadenza 31/1/2017 della specialità medicinale TRAVOR INIET 5F 1 ML 4 MG/ML – AIC 022531139.

Si tratta di un medicinale utilizzato per gli stati d’ansia, te tensioni ed in generale per tutte le manifestazioni somatiche e psicosomatiche di stati d’ansia. La motivazione del ritiro è stata spiegata dal presidente dello sportello dei diritti Giovanni D’Agata, il quale ha riferito che la misura precauzionale di sospensione della fornitura di suddetto lotto è stata resa necessaria da una riduzione del periodo di validità dello stesso da 21 mesi a 15 mesi, per tal motivo l’azienda produttrice ha disposto il ritiro immediato dell’intero lotto. L’eliminazione delle scorte dovrà essere effettuata da tutte le farmacia ed i magazzini di medicinali entro le 48 ore dalla ricezione del provvedimento, come spesso accade in questi casi, la pratica di ritiro verrà seguita dal Commando dei Carabinieri, i quali, in caso di mancato smaltimento, provvederanno personalmente al sequestro delle scorte in magazzino. Per tutti coloro i quali avessero già acquistato ed assunto il medicinale nel periodo posteriore all’aggiornata data di scadenza non ci saranno ripercussioni sulla salute, ma non beneficeranno nemmeno degli effetti benefici del farmaco.